Stare attenti alle clausole prima di firmare: franchigia, rivalsa, esclusione.

Prima di firmare un contratto di assicurazione auto che apparentemente può essere vantaggioso in termini tariffari, consigliamo di leggere prima molto attentamente le clausole della franchigia – di norma sono visibili all’interno della nota informativa precontrattuale – che definiscono la quota parte di costo che deve sostenere il contraente in caso di sinistro e che quindi viene anticipata dalla compagnia assicuratrice ma che deve essere comunque restituita, in parte o parzialmente a seconda degli accordi, dal contraente alla stessa compagnia.

Esistono varie tipologie di franchigia, con diritti di rivalsa o esclusione in particolari casi a cui occorre fare molta attenzione. Fra queste ricordiamo la più ricorrente, cioè quella “recupero garantito”, con il quale la società assicuratrice può proporre al contraente assieme all’RC Auto, ulteriori contratti assicurativi o finanziari tramite il quale si garantisce, in caso di sinistra, il recupero della parte di franchigia a carico del contraente. Tolto questo caso, le compagnie non potranno mai subordinareil rilascio di una Polizza RC auto alla sottoscrizione di qualunque ulteriore tipologie di contratto in quanto solo l’RC auto è obbligatoria per legge, il resto delle clausole e contratti proposti sono sempre facoltativi.

 

Occorre dare molta importanza poi se la compagnia assicuratrice copre nel proprio contratto solo il contraente o anche altri terzi conducenti del veicolo: nel primo caso la compagnia ha diritto di rivalsa verso il contraente per l’importo pagato al danneggiato. Se pensate quindi di concedere la guida della macchina anche ad altre persone, vi consigliamo di verificare prima la presenza di questa clausola all’interno della nota informativa precontrattuale. Occorre però ricordarsi di alcuni casi speciali in cui non è prevista l’obbligatorietà di rimborso da parte della compagnia assicuratrice con il rimborso totalmente a carico del contraente: in caso di sinistro provocato dal contraente con guida senza patente, in  stato di ebbrezza,  o sotto effetto di sostanze stupefacenti.