Sinistro stradale: Come ottenere il risarcimento del danno

Sinistro stradale è il termine tecnico che indica uno scontro fra due veicoli a motore, comunemente denominato incidente stradale.

In caso di sinistro stradale, quasi sempre, i veicoli e/o le persone coinvolte riportano dei danni.
Per ottenerne il risarcimento, occorre presentare alla compagnia assicuratrice, entro 3 giorni dalla data dell’incidente, anche tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, l’apposito modulo di Constatazione Amichevole d’Incidente (CAI), chiamato anche Modulo Blu.
Il modulo andrebbe compilato immediatamente sul luogo dell’incidente; qualora sia impossibile farlo, è bene provvedere nei tre giorni successivi.

L’automobilista che non è responsabile del sinistro può provvedere alla richiesta del risarcimento del danno.

La normativa vigente prevede in alcuni casi la possibilità di richiedere direttamente alla propria compagnia assicuratrice il risarcimento del danno (c.d. risarcimento diretto). Qualora, infatti, l’automobilista non sia colpevole del sinistro ovvero lo sia solo parzialmente, si può inoltrare la richiesta di risarcimento alla propria impresa assicuratrice che, in un secondo momento, chiederà la rivalsa a quella dell’automobilista responsabile dell’incidente.
È  possibile procedere per questa via solamente se i veicoli coinvolti sono due ed entrambi immatricolati in Italia e se le lesioni personali riportate siano di lieve entità (inferiori al 9% di invalidità).

Ricevuto il modulo, l’impresa assicuratrice ha tempo 60 giorni (ovvero solamente 30 se il modulo è stato firmato da entrambi i guidatori coinvolti) per proporre o non proporre un’offerta di risarcimento ed entro 15 giorni il danneggiato deve darne risposta.
Dalla data dell’eventuale accettazione della proposta, la liquidazione della somma avviene in 15 giorni.
In caso di danni alla persona, i tempi si allungano e l’impresa ha 90 giorni per proporre l’offerta di risarcimento.

Prima di procedere al risarcimento, le imprese assicuratrici accertano l’effettiva sussistenza del danno.
In caso di soli danni materiali ai veicoli, è richiesta la verifica da parte del perito assicurativo.
Qualora, purtroppo, anche i passeggeri od il conducente dei veicolo abbiano riportano lesioni fisiche occorre presentare tutta la documentazione medica inerente e sottoporsi a una visita condotta dal medico legale che accerti l’entità dei danni subiti.