Risarcimento auto diretto

IL RISARCIMENTO AUTO DIRETTO

Dal 01 Febbraio 2007 è entrato in vigore il risarcimento auto diretto, un nuovo metodo di rimborso, per cui sarà la stessa assicurazione del danneggiato, in caso di sinistro, a rimborsare i danni subiti allo stesso sia parziali che totali.

Modalità di inoltro della richiesta di indennizzo.

Il danneggiato, che ritiene di avere totalmente ragione o comunque di essere responsabile solo in parte del sinistro, inoltra la richiesta di risarcimento alla propria Agenzia Assicurativa direttamente o tramite raccomandata o telegramma. L’Assicurazione, per suo conto, provvederà ad accertare come prima cosa la copertura assicurativa della controparte e successivamente la dinamica dell’incidente. Inoltrerà poi la pratica entro i termini stabiliti dalla legge per non rischiare le sanzioni amministrative previste dall’ISVAP, l’ente preposto alla vigilanza delle Assicurazioni private. Il risarcimento auto diretto consentirà quindi al danneggiato di essere risarcito in un tempo molto limitato rispetto al passato.

Esatta compilazione della richiesta di risarcimento auto

L’Assicurazione, che riceve dall’assicurato una richiesta di risarcimento incompleta, ha 30 giorni di tempo per richiedere allo stesso l’invio dei dati mancanti. Tutto questo comunque allungherà sensibilmente i tempi del risarcimento. E’ quindi indispensabile inserire tutti i dati del sinistro con estrema chiarezza come di seguito riportati:

– data, ora e luogo dell’incidente

– nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, estremi patente e nr. Telefonico dei contraenti dell’assicurazione e (se diversi) dei conducenti

– targhe dei veicoli coinvolti

– nr. Polizza, compagnia Assicuratrice e relativa agenzia di appartenenza

della controparte

– modalità esatta dell’incidente

– luogo in cui è disponibile per la perizia il proprio veicolo

– in caso di feriti inserire referti medici degli stessi

Comunque sia l’ANIA, per semplificare l’esatta compilazione della richiesta, ha creato un apposito modulo per i casi più comuni, disponibile presso tutte le agenzie assicurative. Si precisa che alla richiesta di risarcimento auto comunque va sempre allegato il modello CAI (modulo blu di constatazione amichevole) debitamente compilato in tutte le sue parti e firmato da entrambi le parti. Nel caso in cui al momento della proposta di liquidazione questa dovesse essere non consona alle richieste del danneggiato, quest’ultimo potrà rivolgersi ad un rappresentante dei consumatori (per un risarcimento non superiore a 15.000 €) o ad un legale.

 

Risarcimento Auto

Risarcimento Auto

 

Casi di applicazione del risarcimento auto diretto

Il risarcimento auto diretto può essere applicato esclusivamente nei seguenti casi:

– Esatta compilazione del modello C.A.I. (ex Cid) con apposte le firme di entrambi i conducenti coinvolti nell’incidente

– I veicoli devono avere targa Italiana (sono comprese le immatricolazioni degli stati di San Marino e Vaticano)

– I veicoli a motore coinvolti possono essere non più di due

– Le polizze R.C.A. devono essere stipulate con Compagnie Assicurative autorizzate a praticare in Italia o con una Compagnia straniera che abbia comunque aderito al risarcimento diretto

– Gli infortuni subiti dal conducente non possono superare un’ invalidità permanente superiore al 9%

Per tutti gli altri casi non contemplati è necessario richiedere il risarcimento alla Compagnia Assicuratrice della controparte.

I tempi per il risarcimento auto diretto

Nel caso in cui il danneggiato consegni alla propria Assicurazione la modulistica completa citata in precedenza con il modello C.A.I. firmato anche dalla controparte, la compagnia ha 30 gg di tempo per formulare una proposta di risarcimento per i danni riguardanti il veicolo e le cose trasportate. Se invece la controparte non ha apposto la firma sul modello, i gg. diventano 60. Per le lesioni al conducente la Compagnia ha 90 gg di tempo per proporre un risarcimento oppure per non accettare la richiesta motivandone le ragioni. Come già detto in precedenza è fondamentale consegnare la richiesta completa in tutte le sue parti altrimenti i tempi aumentano di almeno 30 gg., tempo necessario all’ assicurazione per richiedere al danneggiato tutti i dati mancanti. Dal momento che l’assicurato accetta l’offerta da parte compagnia, la stessa ha 15 gg di tempo per liquidare la pratica.

Quali rischi sono coperti dal risarcimento auto diretto?

Oltre ovviamente al risarcimento dei danni al veicolo compresi quelli riguardanti il traino e il fermo in officina e alle cose trasportate di proprietà del conducente o dell’assicurato, sono compresi nel risarcimento auto diretto le lesioni al conducente purché di lieve entità (non superiore al 9% di invalidità permanente) compresi i danni patrimoniali e morali. I danni fisici subiti dai terzi trasportati sono indennizzabili dalla propria assicurazione nel risarcimento diretto fino ad un massimale di Euro 774.685,35. Per importi superiori la differenza dovrà essere richiesta alla compagnia assicuratrice della controparte.

Nel caso in cui la controparte nell’incidente non dovesse essere assicurata, l’assicurato dovrà formulare la richiesta di risarcimento alla compagnia assicuratrice indicata dall’ISVAP per poter beneficiare del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

In conclusione, con il risarcimento auto diretto l’assicurato ha il grande vantaggio di potersi accordare direttamente con la propria assicurazione per il rimborso, avendo quindi più possibilità di trovare un accordo equo e soddisfacente sia in termini di qualità che di quantità.