Ricercare un’assicurazione auto conveniente

La ricerca di un’assicurazione auto conveniente rappresenta un’esigenza sempre più forte per i cittadini italiani, visto che secondo l’Antitrust una famiglia media spende circa mille euro ogni anno per le spese relative all’Rc auto.

Ecco perché Internet può rivelarsi uno strumento fondamentale nell’individuazione dell’assicurazione auto più conveniente per le proprie necessità: grazie ai comparatori di tariffe online (il più famoso si chiama Subito.it, ma un altro portale molto apprezzato è Chiarezza.it), infatti, è possibile contare su preventivi immediati e facilmente comprensibili, che consentono di verificare quale proposta assicurativa risulti meno costosa.
Chiaramente, la spesa per il premio assicurativo varia in funzione di numerosi fattori.

Non tutti sanno, per esempio, che gli uomini pagano, in media, più delle donne, mentre più prevedibile è il fatto che il premio di chi guida da molto tempo risulti più basso rispetto a chi ha ottenuto la patente da poco. La determinazione delle tariffe si basa, tra l’altro, su alcune considerazioni statistiche: per esempio statisticamente i giovani infrangono le norme del Codice della Strada con maggiore frequenza rispetto agli automobilisti più esperti, e quindi rischiano di provocare danni in misura maggiore.

Per esempio, in Europa il venti per cento dei giovani è coinvolto in un sinistro, e in nove casi su dieci a provocarlo è la sua imprudenza: si può facilmente capire, quindi, perché le assicurazioni incrementino il prezzo che i giovani devono pagare. Un guidatore virtuoso, senza incidenti alle spalle, d’altra parte può usufruire di un premio più basso, così come chi è proprietario di una vettura poco potente.

Infatti, sempre secondo le statistiche un’auto più potente, e quindi più veloce, provoca danni maggiori in caso di incidente rispetto a un’auto poco potente. Vale la pena di ricordare che i neo-assicurati grazie al decreto Bersani hanno la possibilità di stipulare un’assicurazione nuova ereditando la classe di merito cui appartiene un familiare con cui convive, e di conseguenza una Cu inferiore della quattordicesima (che rappresenta la classe di merito di avvio per chi stipula un’assicurazione per la prima volta). Per godere di tale vantaggio economico occorre unicamente dimostrare di convivere con quel familiare.