Quali sono i fattori che influenzano il premio di una RC auto?

Da sempre siamo alle prese con i problemi di costo relativi all’assicurazione del proprio mezzo; ogni anno, infatti, ci lamentiamo della spesa che dobbiamo andare a sostenere per poter circolare, ma in realtà sono poche le persone che veramente conoscono quelli che sono i parametri che concorrono a creare il premio dell’RC auto.
Sostanzialmente questi fattori possono essere divisi in due categorie: quelli oggettivi, che riguardano principalmente i dati relativi al veicolo, e quelli soggettivi che, invece, si riferiscono alla persona assicurata.
Ecco qui di seguito quelli relativi alla prima categoria:

  • potenza del veicolo: tra i parametri oggettivi, la potenza del veicolo ricopre un ruolo fondamentale, in quanto, statisticamente, più il mezzo è potente, più probabilità che si verifichi un sinistro ci sono.
  • alimentazione del veicolo: la differenziazione di incidenza tra un diesel ed un benzina si spiega nel fatto che un’auto alimentata a diesel in media percorre più chilometri in un anno e, pertanto, ha più probabilità di sinistri rispetto ad un’auto benzina.
  • provincia di immatricolazione del veicolo: questo parametro è dovuto al fatto che in alcune zone, si verificano più incidenti in un anno rispetto ad altre.
  • presenza di ABS e airbag: questo parametro, invece, riguarda la sicurezza del mezzo quindi, con la presenza di ABS ed airbag, il premio assicurativo si abbassa.

Quali sono i fattori che influenzano il premio di una RC auto?
Ecco ora, invece, quelli che sono i fattori soggettivi che concorrono a creare il premio dell’RC auto:

  • età: se il conducente ha un’età inferiore ai 25 anni è statisticamente più a rischio di incidente, a causa della sua poca esperienza di guida.
  • sesso: la differenziazione tra donne (statisticamente più sicure) e uomini (più a rischio di sinistri) è un altro parametro preso in considerazione dalle compagnie assicurative.
  • anzianità patente: si ricollega al fattore dell’età, pertanto chi possiede la patente da meno anni è più a rischio di sinistri rispetto ad una persona dotata di più esperienza.
  • utilizzo auto: significa, sostanzialmente, che se una persona utilizza l’auto per andare ogni giorno al lavoro o per professione, ha sicuramente più probabilità di provocare un incidente rispetto ad una persona che la usa solo in caso di bisogno o per piacere.
  • se conducente unico o abituale: il fatto che il conducente abituale sia uno solo concorre a far diminuire il premio assicurativo.
  • bonus/malus: è la classe di merito che ciascun conducente possiede in base alla propria condotta stradale.

http://www.rcassicura.com/rcauto-premio-assicurazione.htm