Polizze sicure: mettetevi il “Kasko”

Nel mondo delle polizze “rischi diversi” – quindi rientra nelle categoria delle assicurazioni non obbligatorie – la polizza kasko rappresenta sicuramente una delle opzioni più importanti e più scelte dai contraenti. Stipulando questa polizza la vostra compagnia si fa carico di tutti i possibili rischi che si possono avere dalla circolazione della vostra auto, senza prendere in considerazione la responsabilità a carico del conduce. La differenza sostanziale è che l’RCA di base copre i danni nei confronti di terzi in caso di sinistro, mentre la polizza kasko vi protegge dai danni dalla vostra auto. Questo tipo di polizza quindi va a coprire tutti i casi in cui la vostra autovettura dovesse subire danni non derivanti da altri conducenti: ad esempio per manovre sbagliate che vi fanno sbattere contro muri o alberi e simili, sbandamenti, ribaltamento dell’auto ecc. Con questa polizza siete dunque coperti anche in caso in cui la responsabilità sia la vostra. La polizza kasko è facoltativa. L’assicurazione kasko viene suggertita ai proprietari di autovetture con un certo costo e valore economico.

Polizza Kasko

La polizza è indicata soprattutto per le autovetture con alti costi di ricambistica e manutenzione, nel lungo periodo il “kasko” può veramente salvarvi da alti costi. Esistono varie tipologie di coperture Kasko sul quale fare affidamento. Di seguito vi presentiamo quelle principali per ordine di prezzo:

  • Polizza Kasko a valore intero:è l’assicurazione a richio completa più onerosa, in quanto va a coprire qualsiasi tipo di danno subito dalla propria vettura: urti, collisioni, uscite di strada, ribaltamenti, collisioni, atti vandalici, sommosse e rivolte, calamità naturali (come un alluvione, grandine, terremoto ecc.). Questo tipo di assicurazione non prevede un massimale, e non ha limiti di copertura (potenzialmente avete assicurato l’intero valore del veicolo!). E’ una polizza adatta agli automobilisti con macchine nuove o molto costose;
  • Polizza Kasko a Primo Rischio Assoluto: è la polizza kasko in cui viene valutato un massimale di riferimento su cui poi si baserà il rimborso, a senza tener conto del valore della vostra automobile. Il premio da pagare è ovviamente inferiore rispetto alla polizza kasko a valore intero dovendo basarsi non sull’intero valore del veicolo ma fino al massimale coperto.
  • Polizza Kasko a Primo Rischio Relativo: anche in questo caso viene indicato un importo massimale, tenendo in questo caso conto dell’effettivo valore dell’auto assicurata: vengono quindi prese in considerazione l’usura e la svalutazione nel tempo.
  • Polizza Kasko a Secondo Rischio: rispetto alla precedente viene aggiunto oltre al massimale anche una franchigia. L’assicurazione  sarà tenuta a rimborsarvi solamente i danni con un prezzo che varia tra quello della franchigia e quello del massimale.
  • Polizza Mini Kasko (Kasko Collisione): risarcisce danni del mezzo che si sono avuti a seguito di un incidente con un altra vettura. Questa polizza tutela l’assicurato e il rimborso del danno si può richiedere anche la colpa dell’incidente è dovuto al conducente dell’autovettura che ha colpa.