Le classi di merito. Cosa sono?

Sono lo strumento basato su 18 “classi di merito bonus malus”con cui le agenzie di assicurazione stabiliscono il premio da pagare per i loro contraenti. E’ un vero e proprio punteggio dato all’automobilista in base alla sua maggiore o minore affidabilità nel contrarre sinistri. Più ci si avvicina alle classi inferiori (prima, seconda ecc.) più si otterrà un maggiore sconto sul premio RCA da pagare fino ad un massimo del 50% rispetto alla tariffa base. Di contro più ci si avvicinerà alle classi di merito maggiori (dalle quindicesima in su) più sarà alto il prezzo da pagare per assicurare l’auto fino ad un massimo del 100% nell’ultima classe (18esima).

In quale classe di merito si viene posizionati la prima volta ?

La prima volta che si contrae una assicurazione si viene solitamente posizionati nella Quattordicesima, una fascia intermedia che consente alle agenzie di avere una maggiore sicurezza. Allo scadere della polizza RCA l’automobilista potrà scalare di una classe di merito se non avrà contratto incidenti, oppure si vedrà aumentare di ben due classi di merito se avrà contratto sinistri, e quindi dovrà pagare una polizza maggiorata di prezzo.

classi di merito

Recentemente grazie alla Legge Bersani è possibile “ereditare” una classe di merito da un proprio familiare/convivente in caso di acquisto di un secondo veicolo. Chiaramente tale formula conviene nel caso in cui ci sia un familiare con cui risiedete con una classe inferiore alla vostra.

Le Classi di merito sono valide per tutte le assicurazioni ?

Si, ma non per quanto riguarda il prezzo correlato. Il fatto di avere uno stesso numero di classi di merito non vuol dire infatti che le tariffe delle compagnie siano uguali: ogni compagnia assicurativa infatti adotta dei propri criteri per il calcolo del premio finale. Di recente però è stato introdotto tramite l’ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) la “Classe di Conversione Universale” o “Classe CU”, che consente all’automobilista di poter confrontare più chiaramente le varie polizze delle compagnie in quanto obbliga le agenzie assicuratrici a rendere nota ai propri clienti una tabella di conversione con l’indicatore “Classe CU”al fianco delle proprie classi di merito. Questa tabella può essere richiesta in qualsiasi momento dai contraenti, anche in fase di preventivo.