L’assicurazione autocarro

Con la denominazione di “autocarro” si indicano sia le autovetture immatricolate come autocarro che quei veicoli dotati di cassone ribaltabile e non, adibiti all’autotrasporto di merci la cui massa non supera le 12 tonnellate. Si tratta quindi di due categorie di automezzi sottoposte a due regimi fiscali differenti ma che devono rispettare entrambe l’obbligo di legge relativo alla Rc-auto. Non rientrano nella categoria degli autocarri propriamente detti, gli autoarticolati ossia quei mezzi composti da motrice e rimorchio denominati anche autotreni.

Nel caso degli autocarri equiparati alle autovetture ad uso privato il costo della polizza è sensibilmente più basso rispetto a quello dei veicoli industriali; gli autocarri adibiti al trasporto di merci invece pagano dei premi assicurativi piuttosto elevati in quanto le assicuratrici tengono in considerazione i km percorsi ogni anno e l’andamento della frequenza dei sinistri per ogni autocarro.

Fatta questa precisazione è opportuno sottolineare che indipendentemente dal fatto che un autocarro sia adibito ad uso commerciale o privato, per i proprietari di entrambi i mezzi valgono i medesimi criteri di scelta adottati per le autovetture private.
L’assicurazione autocarri oltre alla Rc obbligatoria per legge può prevedere l’inserimento di una serie di garanzie aggiuntive che permettono di aumentare le tutele sia per quanto riguarda il veicolo che per quanto concerne il proprietario conducente. Le tutele aggiuntive attivabili sono quelle che garantiscono il risarcimento per danni diretti e materiali subiti dal veicolo e dal conducente quali ad esempio: incendio e furto, atti vandalici, eventi atmosferici e cristalli, assistenza legale, sospensione patente e assistenza stradale.

Il proprietario di un autocarro per avere un preventivo può rivolgersi sia alle compagnie assicurative tradizionali che alle compagnie che operano a distanza. Al di là del canale distributivo scelto, è bene sapere che per la determinazione del premio le assicuratrici tengono in considerazione il fattore personalizzazione (età, sesso, residenza, storia assicurativa, etc).

assicurazione autocarro
Genialloyd, ad esempio, una delle compagnie che operano a distanza più attive nel settore ha studiato un contratto di assicurazione riservato alla categoria autocarri che prevede due formule: la “guida esperta” e la “guida libera”.
Per quanto riguarda “la guida esperta” il premio assicurativo è particolarmente conveniente se l’autocarro viene guidato da un conducente che ha un’età non inferiore ai 23 anni e che ha la patente da non meno di due anni; nel caso della guida libera per l’autocarro si pagherà un premio assicurativo più alto di circa il 30 per cento ma il mezzo potrà essere guidato da chiunque senza alcun limite.

Un’altra compagnia online che offre interessanti soluzioni assicurative per gli autocarri privati e commerciali è Genertel, in questo caso però la richiesta di un preventivo deve essere effettuata rivolgendosi al numero verde 800.20.20.20 oppure inviando una email a gestione.contratti@genertel.it.
Interessanti sono poi le offerte di tutte le altre compagnie che operano a distanza (Admiral, Allianz,Dialogo, Direct Line, Quixa ecc), in ogni caso per poter valutare la convenienza dei contratti offerti da ogni singola compagnia è consigliabile farne richiesta secondo le modalità descritte e poi confrontarle tenendo in considerazione non solo le tariffe ma anche le condizioni contrattuali.

Non bisogna poi dimenticare l’offerta delle compagnie tradizionali, in questo caso il proprietario dell’autocarro non dovrà fare altro che richiedere un preventivo presso gli uffici di ogni singola agenzia presente nella sua zona di residenza e poi metterli a confronto.