L’assicurazione auto a metano

Non sempre l’assicurazione di un’auto a metano implica un prezzo inferiore rispetto a un’auto a benzina: le tariffe, infatti, variano a seconda della compagnia, anche se in linea generale si può dire che non si notano differenze sostanziali.

In realtà, talvolta può verificarsi addirittura un aggravio dei costi, ma questo dipende dall’elevata percorrenza (presunta) di un’auto a metano rispetto a una vettura alimentata a benzina; certo è che i prezzi risultano inferiori rispetto ai diesel. E’ bene ribadire, comunque, che la situazione varia da caso a caso. Per altro, a partire da gennaio del 2013, sono entrati in vigore, sulla base del Decreto Sviluppo, i nuovi incentivi statali concessi dal Ministero dello Sviluppo Economico per l’assicurazione delle auto a metano (e in generale i veicoli caratterizzati da basse emissioni inquinanti).

Si tratta, evidentemente, di contributi pubblici riguardanti l’acquisto della vettura, che quindi possono essere usati per pagare la polizza assicurativa. Oltre che i veicoli a metano, essi riguardano anche le auto elettriche e i mezzi che funzionano a idrogeno, bio-combustibili, Gpl e bio-metano. Si tratta di tecnologie, infatti, che consentono di limitare le emissioni di sostanze inquinanti, come per esempio gli ossidi di azoto e il particolato, e le sostanze cosiddette climalteranti, come per esempio l’anidride carbonica. A seconda delle emissioni, gli incentivi vengono suddivisi e distribuiti.

Insomma, chi desidera assicurare un’auto a metano deve sapere che non sono previsti vantaggi economici particolari da parte delle compagnie, ma può contare comunque, in caso di acquisto di una vettura nuova, su incentivi e contributi statali. E’ importante, d’altra parte, effettuare una comparazione tra le varie offerte messe a disposizione dalle diverse compagnie attraverso uno dei portali (il più famoso è Subito.it) che consentono di paragonare i preventivi delle assicurazioni in maniera rapida e totalmente gratuita: inserendo i dati relativi al proprio mezzo (e specificando quindi l’alimentazione a metano) si può verificare qual è la tariffa proposta, tenendo conto anche del numero di chilometri percorsi.

In sintesi, non sono richieste attenzioni particolari per l’assicurazione di un’auto a metano, a Gpl o a bio-metano: è comunque preferibile verificare le clausole e le condizioni proposte dalle diverse compagnie.