I neopatentati devono essere assicurati su tutte le auto della famiglia?

Se in famiglia c’è un neopatentato, sarà bene tenere in considerazione alcune regole ed alcune novità introdotte con la recente modifica legislativa.
In particolare, è necessario ricordare che i neopatentati non possono guidare tutte le auto: infatti esiste per loro, fino al primo anno dal conseguimento della patente B di guida, una particolare limitazione.
Questa limitazione vieta a chi ha conseguito la patente B da meno di un anno di guidare un’auto che abbia un rapporto peso/potenza superiore ad un certo limite, e che superi di conseguenza i 90 cavalli.
Nel caso in cui una delle auto di famiglia superasse per l’appunto i 90 cavalli, sarà irregolare lasciarla guidare al neopatentato, anche nel caso in cui questa vettura sia l’unica presente all’interno del nucleo familiare.
Neopatentato che non significa necessariamente diciottenne: è considerato neopatentato anche colui che ha, ad esempio, 30 anni, ed è patentato da pochi mesi.

assicurazione neopatentati

L’intestatario della polizza di assicurazione non è tenuto a comunicare il raggiungimento della patente da parte del figlio, o comunque del familiare convivente, dal momento che questo comporterebbe un aumento notevole del premio assicurativo.
Sarà quindi preferibile comunicare solo nel caso di una polizza il conseguimento della patente da parte del figlio, mentre nell’altra, o nelle altre, a seconda di quante auto sono presenti in famiglia, potrà essere omesso.
In questo caso, però, è bene ricordare che il neopatentato sarà coperto per i danni eventualmente causati in caso di sinistro solo qualora guidi la vettura interessata, quindi se guiderà, seppur regolarmente, una delle altre auto di famiglia, che non prevedono nella polizza la sua copertura, si dovrà provvedere separatamente al risarcimento dei danni.
Quindi, nel caso in cui si volesse risparmiare una cifra significativa, si può non comunicare all’assicurazione la presenza in famiglia di un neopatentato, e questo non impedirà allo stesso di guidare le automobili della famiglia, anche se il rischio per i sinistri rimane.
Nel caso in cui invece il neopatentato sia tra i 24 e i 26 anni, i costi tendono a diminuire, dal momento che quando il familiare supera i 26 anni, il premio assicurativo subisce un notevole ribasso.
Per consultare i preventivi delle diverse compagnie assicurative, e controllare cosa conviene per la propria automobile: www.assicurazione.it