Ho bisogno di una copertura assicurativa particolare se la mia auto è in leasing o finanziata?

Fino a qualche anno fa il leasing era lo strumento attraverso il quale le aziende prendevano in affitto un’auto avendone la piena disponibilità senza che il gravame della proprietà pesasse sul proprio bilancio. I vantaggi erano indubbi in quanto attraverso la locazione finanziaria di un’auto, l’azienda o il singolo professionista potevano scaricare interamente i costi dell’auto e l’Iva e nello stesso tempo non farlo figurare tra le immobilizzazioni finanziarie.
Attualmente anche i privati per diverse ragioni possono prendere in affitto un auto, si tratta del cosiddetto “noleggio a lungo termine”, uno strumento utilizzato da numerose società operanti nel settore che dietro al pagamento di un canone prefissato concedono la disponibilità dell’auto ad un utente. Per quanto il “noleggio a lungo termine” non possa essere considerato leasing in senso stretto, ne costituisce un’evoluzione ed è utilizzato anche dalle società che vogliono eliminare il costo diretto della manutenzione delle flotte aziendali.
Nella rata del noleggio sono compresi i costi di manutenzione ordinaria, straordinaria e dell’assicurazione; in questo caso l’utilizzatore viene liberato dall’incombenza di stipulare una polizza assicurativa.
Inoltre va considerato che per questa particolare tipologia di locazione finanziaria tutte le società di noleggio assicurano il proprio parco macchine con un contratto che comprende oltre all’assicurazione Rc auto, obbligatoria per legge, anche quella kasco che copre per eventuali danni alla vettura causati dal conducente.

Diversa è invece la situazione circa l’obbligo assicurativo delle autovetture prese con la formula leasing dove l’utilizzatore prende in affitto il bene da un intermediario finanziario senza che questi abbia l’obbligo di assicurarlo. Analogo discorso riguarda le autovetture prese con un finanziamento.
In entrambi i casi abbiamo una società finanziaria che stabilisce un vincolo e che pertanto obbliga l’utilizzatore ad assicurare la vettura anche in caso di non utilizzo.
Il concessionario d’auto che concede in leasing un’autovettura ad un privato o ad una società tramite una società finanziaria può richiedere che l’utilizzatore stipuli un’assicurazione che abbia come garanzie aggiuntive quelle del furto e dell’incendio.
Al contrario nessuna società obbliga l’utilizzatore a stipulare una polizza con la formula kasko, ma l’assenza di tale obbligo non impedisce all’utilizzatore di adottarla qualora lo ritenga necessario per rimanere indenne da danni causati per sua responsabilità.

In ogni caso il contratto di assicurazione che viene stipulato con questa o quella compagnia assicurativa presenta delle caratteristiche diverse rispetto a quello stipulato da un privato che ha la piena proprietà del mezzo.
Intanto la differenza più rilevante riguarda la valutazione da parte dell’Impresa assicuratrice della classe di conversione universale che, nella maggioranza dei casi, segue quella della società di leasing tenendo in considerazione anche la situazione della patente dell’utilizzatore.

polizza auto leasingQuando invece l’utilizzatore di un auto in leasing deve contrarre una polizza con un’assicurazione che lo considera come il proprietario del mezzo, deve considerare con attenzione gli obblighi che deve rispettare con la società di leasing.
Detti obblighi riguardano anche l’inserimento di particolari condizioni contrattuali, ad esempio, la società finanziaria potrebbe imporre di sottoscrivere il contratto di assicurazione solo con alcune compagnie assicuratrici. In questo caso le Imprese hanno l’obbligo, in caso di sinistro, di liquidare i danni solo dietro esplicito consenso della società locataria. Non esistono invece detti obblighi per le auto prese con un finanziamento.

In conclusione possiamo dire che quando si prende un’autovettura in leasing o finanziata bisogna prima di tutto leggere con attenzione le condizioni contrattuali facendo molta attenzione alla presenza di eventuali vincoli che limitano la libertà d’azione dell’utilizzatore.
I vincoli potrebbero poi interessare non solo il tipo di assicurazione, ma anche il chilometraggio che può essere percorso con l’autovettura in un determinato lasso di tempo, in caso di sinistro accaduto oltre il tetto fissato l’assicurazione Rc auto è pienamente operativa ma la società di leasing potrebbe esercitare il diritto di rivalsa sull’utilizzatore.