Cosa è una copertura assicurativa per lesioni?

Spesso, a seguito di sinistri stradali, passa molto tempo prima di ottenere una giusta verifica delle responsabilità e un equo risarcimento dei danni causati. Ciò succede perché, nella maggior parte dei casi, la persona danneggiata non conosce le procedure esatte. Inoltre, nel mondo delle assicurazioni auto arrivano delle novità per quanto riguarda la copertura per lesioni.
Secondo una norma della legge n. 27/2012, si vogliono eliminare le lesioni che non hanno bisogno di un accertamento clinico e la persona che ha subito lievi lesioni verrà risarcita solo successivamente a un controllo medico legale che riscontri l’effettivo danno. In realtà, la legge non appare molto chiara e sta creando, più che altro, dei subbugli tra medici e compagnie assicurative. Il famigerato colpo di frusta, per esempio, rappresenta un tipico caso di danno fisico non accertabile, poiché spesso non è leggibile nei referti, perciò potrebbe non essere risarcito. Risulta impossibile, però, credere che una persona che abbia subito simili lesioni non agisca giudizialmente per ottenere un risarcimento valido. Se le compagnie rifiutassero il risarcimento a questo genere di lesioni, il problema aumenterebbe, dunque. Sarebbe anche saggio inserire ulteriori norme sulle generalità delle persone danneggiate e dei testimoni, in maniera tale che nessuno ci lucri sopra come spesso accade. Forse il nocciolo sta proprio qui, perché le compagnie assicurative vorrebbero cancellare il problema ritenendolo una frode nei loro confronti e insistono con i propri medici di fiducia affinchè cambino il metodo di valutazione delle lesioni, ma le varie associazioni dei medici legali stanno assumendo diverse posizioni per salvaguardare la loro responsabilità.


Comunque sia, coloro che hanno subito lesioni durante la guida dei propri veicoli, dovranno chiedere risarcimento alla compagnia di assicurazione della controparte; se invece le lesioni riguardano terze persone trasportate, queste dovranno rivolgersi alla compagnia assicuratrice del veicolo presso cui viaggiavano al momento del sinistro. In questo caso, non è prevista un’applicazione del malus alla polizza del proprietario del veicolo. Per accertare le lesioni è necessario il controllo medico, appunto, mentre per ottenere il risarcimento passa un po’ di tempo in quanto l’assicurazione della controparte deve valutare il danno; dopodiché, ha 90 giorni di tempo per effettuare il risarcimento.
Per ulteriori aggiornamenti e informazioni consultare i siti internet www.assicurazioni-polizze.com
e www.assicuriamocibene.it.