Come assicurare l’auto elettrica

Auto ibride, come la Toyota Prius e Camry, Ford Escape, la Honda Insight e vari modelli di Lexus sono state utilizzate per qualche anno. Essi sono stati ben presto raggiunti dai due nuovi tipi di veicoli, il plug-in ibrido e il veicolo elettrico puro.

Auto con energia elettrica con una parte a benzina

Ibridi plug-in, come la Volt in arrivo da General Motors, combinano un motore elettrico e batteria con un motore a benzina e un generatore che fanno muovere il veicolo una volta che la batteria è scarica. La copertura delle batteria elettrica è di circa 40 kilometri, ma il motore a benzina estende la copertura fino a 300 kilometri.

Tutti scarichi dolci e non nocivi, nessun gas

L’impianto elettrico puro, come ad esempio quello della Nissan Leaf, non hanno l’estensione della copertura grazie alle benzina. La copertura è prevista per 100 kilometri, così per molte persone potrebbe non esserci bisogno di preoccuparsi di rimanere senza energia. Per viaggi più lunghi di  100 kilometri, si dovrà provvedere a ricaricare lungo la strada. Molti datori di lavoro e molto pendolari stanno iniziando a installare stazioni di ricarica, che devono diventare più diffusi dato che il bisogno cresce.
assicurare auto elettrica
Assicurare il futuro

Attualmente i modelli ibridi sono la migliore soluzione per far fronte anche ai costi di assicurazione. Ho confrontato il costo tra la versione standard e ibrida della Camry e Altima. Gli ibridi per essere assicurati richiedono un premio del 22 per cento superiore al loro omologo a benzina dato che quelle batterie sono costose, e una sostituzione per danneggiamento in un incidente può facilmente arrivare 7.000 euro o più.

Si pensa che il costo per assicurare un plug-in ibrido o elettrico puro essere simile a una vettura ibrida.