Assicurazioni per auto storiche

Tutte le automobili in buono stato che sono state costruite da più di 20 anni possono iscriversi all’ASI, Auto Storiche Italiane, per diventare così ufficialmente “storiche” e avere accesso a tutte le agevolazioni del caso per le polizze auto storiche. Occhio a non confondere la data di costruzione con quella di immatricolazione: quest’ultima infatti non viene presa in considerazione nel conteggio dei 20 anni.

Le agevolazioni sulle polizze

Tutti gli automobilisti con età superiore ai 23 anni, che possiedono un auto o una moto storica e vogliono iscriversi all’ASI, hanno diritto a particolari agevolazioni sia in campo di imposte e tasse, sia nel campo delle polizze assicurative.

Una volta ottenuta l’iscrizione all’ASI – tramite l’affiliazione a club locali ASI convenzionati e il pagamento di una quota di 41 euro – riceverete dalla stessa un certificato di identità per così usufruire dei tanti vantaggi assicurativi recandosi alla vostra Compagnia per contrarre una polizza auto storica. Vantaggi come:

  • Classe di merito fissa, quindi non vale del sistema bonus malus
  •  Clausola Guida libera, che consente far guidare il veicolo a chiunque sotto assicurazione e il tutto senza alcuna maggiorazione del costo. A volte vengono richiesti preventivamente i nomi e i dati delle persone che dovranno guidare l’auto.
  •  Formula Garage
  • Copertura della vostra auto storica anche per sfilate e manifestazioni sportive, purchè non manifestazioni di competizione.
  • Esenzione dal pagamento del bollo (quindi pagherete solo la tassa di circolazione)

auto storiche

Le richieste delle compagnie

Spesso, per accedere a maggiori benefici dell’assicurazione auto storica, le compagnie richiedono che l’auto non sia guidata ogni giorno ma magari utilizzata solo per viaggi o raduni.

Solitamente le assicurazioni per le auto/moto d’epoca offrono sempre l’opzione furto e incendio e coprono un massimale di circa 2.500.000 Euro.