Assicurazione auto scaduta

La legge del 24 dicembre 1969 n. 990 ha introdotto l’obbligatorietà dell’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi derivante dalla circolazione di veicoli a motore (senza guida di rotaie), estendendola pure ai natanti. Può succedere però che per una disattenzione o per una momentanea difficoltà economica, la polizza assicurativa alla scadenza non venga rinnovata. Cosa fare? Quali sono i rischi che si incorrono? A quanto ammontano le sanzioni?

Cosa fare

Se l’assicurazione dell’auto è scaduta bisogna subito provvedere al suo pagamento. La legge è molto rigida a riguardo e non ammette distrazioni. Se da un accertamento stradale l’automobilista non è in grado di mostrare la copertura assicurativa del veicolo, incorre a sanzioni fino alla confisca dell’automezzo.

In passato la situazione era diversa. Quando l’assicurazione dell’auto era scaduta, l’automobile poteva circolare avvalendosi del periodo di tolleranza, ossia nei 15 giorni successivi alla scadenza della polizza, la compagnia copriva l’assicurato da eventuali incidenti. Con il decreto entrato in vigore il 1 gennaio 2013, sono stati aboliti il “rinnovo automatico” delle polizze e i fatidici 15 giorni di tolleranza. Oggi quando l’assicurazione scade, va inesorabilmente pagata.

Rischi e sanzioni

I rischi che si corrono circolando su strada con l’assicurazione dell’auto scaduta sono diversi. In caso di incidente, il risarcimento dei danni a persone e a veicoli è tutto a carico dell’assicurato, anche se al momento del sinistro non si trova alla guida dell’automezzo. La RC Auto è un pass verso la tranquillità del conducente che, nei casi in cui sia il responsabile di un sinistro in modo involontario, non dovrà preoccuparsi di intaccare il proprio patrimonio personale, protetto dalla compagnia della quale è assistito.

Circolare con l’assicurazione dell’auto scaduta espone l’assicurato al rischio di non beneficiare di nessuna copertura e di dover corrispondere delle sanzioni onerose da 798 euro a 3.194 euro, oltre al sequestro dell’automezzo. Abrogato il tacito rinnovo le compagnie assicurative devono comunicare all’assicurato, almeno trenta giorni prima, la scadenza della polizza. Se il contraente decidesse di non rinnovare il contratto, che avrà durata annuale, non dovrà dare nessuna comunicazione.

Consigli

Con l’introduzione dell’articolo 170-bis si consiglia di segnarsi in agenda la data di scadenza dell’assicurazione e di tenere in garage l’automezzo fino a quando non sia stata pagata la polizza assicurativa.