Risparmiare assicurazione auto ecco i 10 consigli dell’esperto.

 

Per i possessori di un’auto l’assicurazione è sicuramente una delle spese che in determinati periodi dell’anno incidono maggiormente sul bilancio familiare e in periodi di grave crisi economica come quella che l’Italia sta attraversando da qualche anno, la parola risparmio deve rappresentare la chiave per assicurare alle famiglie italiane la sopravvivenza.Il risparmio può partire anche dall’assicurazione dell’auto ed esistono alcuni metodi per riuscire a risparmiare assicurazione auto che magari, potranno poi essere re-investiti in altre attività. In questo articolo vi proponiamo i 10 metodi per risparmiare sulla propria assicurazione auto.

  1. La legge Bersani, a molti sconosciuta, può essere un valido strumento per risparmiare qualcosa quando si assicura un’auto per la prima volta.  La legge Bersani, entrata in vigore nel 2007, consente a un neo assicurato di subentrare nella classe di merito di un parente convivente: questa formula risulta essere molto vantaggiosa quando si tratta di assicurare il primo veicolo di un figlio neopatentato, che quindi con questo sistema può usufruire delle agevolazioni di un genitore. Ma il subentro può avvenire anche sulla stesa persona, qualora a uno stesso soggetto siano intestate due autovetture, per l’ultima acquistata è possibile assicurare la macchina partendo dalla classe di merito preesistente.
  2. Internet si è rivelato uno strumento molto prezioso nel campo assicurativo, in quanto consente all’automobilista di verificare autonomamente quali possono essere le migliori condizioni assicurative del momento sul mercato. Sul web è infatti possibile richiedere gratuitamente i preventivi di decine di compagnie assicurative potendoli poi facilmente comparare per capire quali offrano le condizioni migliori a livello di servizi offerti e di premio assicurativo a seconda delle singole esigenze. Richiedere un preventivo online è molto semplice e intuitivo, giacché è sufficiente seguire passo passo le indicazione che vengono fornite dai moduli presenti sui diversi siti, dove verrà richiesto di inserire dati anagrafici del proprietario e del conducente, i dati dell’autovettura e qualche informazioni eventuale sulle modalità d’utilizzo dell’auto e sui servizi opzionali. In questo modo avere una situazione completa e chiara del mercato sarà molto più facile e la scelta sull’assicurazione più economica sarà più leggera. Il nostro sito mette a disposizione un area in cui è possibile calcolare il proprio preventivo. Clicca qui per provare
  3. Se è vero, come è vero, che le assicurazioni online fanno risparmiare, è anche vero che questo è un periodo di crisi anche per chi le assicurazioni le vende. Se si ha la possibilità sarebbe utile anche recarsi in uno sportello e parlare con un consulente, magari parlandogli delle offerte che si sono precedentemente trovate su internet: non sarà impossibile che questi vi proponga ulteriori sconti per convincervi ad accettare la sua proposta, con premi, quindi, inferiori a quelli del web. Questo metodo è anche utile per chi non si dovesse fidare delle assicurazioni online. Fatevi prima fare un preventivo online poi utilizzatelo per contrattare con la vostra assicurazione.
  4. Il lavoro di ricerca dei preventivi richiede molto tempo, per cui è utile che non ci si riduca agli ultimi giorni disponibili prima della scadenza del tagliando assicurativo per effettuare la ricerca: se si vuole ottenere un risparmio consistente occorre che le verifiche vengano fatte con calma e con diligenza, valutando attentamente costi e servizi, perché non sempre l’assicurazione più economica si rivela essere la più conveniente per le proprie esigenze, occorre trovare il giusto compromesso.
  5. Prima di sottoscrivere la nuova assicurazione, nel caso in cui si sia deciso di cambiare compagnia, è bene inviare una missiva di disdetta entro e non oltre le due settimane dal giorno della naturale scadenza contrattuale: in questo modo si eviterà il tacito rinnovo della vecchia assicurazione, che vincolerà il titolare ad un’altra sessione contrattuale senza dargli la possibilità di sottoscriverne un’altra più conveniente
  6. Il web non da solo la possibilità di chiedere un preventivo e di comparare le assicurazioni, permette anche di effettuare la stipula di un contratto assicurativo direttamente per via telematica senza doversi necessariamente recare in uno sportello; questo sistema consente non solo di risparmiare sul tempo, ma di risparmiare anche sul costo dell’assicurazione, dal momento che le compagnie online offrono solitamente vantaggi economici notevoli rispetto a quelle tradizionali, anche se i requisiti d’accesso, proprio per tale motivo, sono spesso più selettivi.
  7. Il costo di un’assicurazione auto si basa sulla formula bonus-malus: un incidente per colpa causa l’aumento considerevole del costo dell’assicurazione su base annuale, che si aggiunge ai rincari periodici applicati per adeguare le tariffe alla condizione economica nazionale. Tuttavia, nel caso di incidenti per colpa, che non hanno causato ingenti danni soprattutto dal punto di vista economico, è data la facoltà all’assicurato di rimborsare l’assicurazione per le spese sostenute, in modo tale da non dover avere lo scatto di due unità nella classe d’assicurazione. Questo sistema è stato adottato per scoraggiare gli assicurati che nel caso di incidenti di lieve entità cercano di trovare accordi privati senza denunciare il fatto, compiendo un’azione perseguibile in termini di legge.
  8. Personalizzare l’assicurazione significa adottare una formula che si adatti all’utilizzo che l’automobilista fa del proprio veicolo; per dare una possibilità aggiuntiva di risparmiare ai consumatori, molte assicurazioni hanno studiato delle formule che prevedono tariffe inferiori se ci si attiene a determinati comportamenti; se per esempio viene stipulata un’assicurazione con la clausola dell’unico conducente, il premio sarà ridotto, così come se in fase contrattuale si stabilisce che il risarcimento al di sotto di una certa cifra debba essere completamente a carico dell’assicurato.
  9. Molte compagnie, nel momento in cui presentano il contratto assicurativo, prevedono già come standard alcune clausole; una che in questi ultimi anni viene inserita sempre più spesso, a causa dei numerosi incidenti causati da guida in stato di ebbrezza, è la rivalsa, ovvero, se l’assicurato causa un incidente sotto comprovato effetto di sostanze alcoliche, l’assicurazione si impegna a risarcire i danni ma poi si rifà sull’assicurato. Questa clausola può essere eliminata, ma questo provoca un aumento del premio, è bene quindi lasciare la clausola li dov’è ed evitare il consumo di alcol, così si risparmia due volte.
  10. Le assicurazioni offrono spesso diverse tipologie di pagamento, in unica rata o con dilazione; in periodi di crisi è facile lasciarsi tentare dalla dilazione del pagamento, ma occorre ricordare che in questo modo si pagherà di più rispetto alla soluzione unica, dal momento che sulla dilazione la compagnia applica gli interessi; se si vuole risparmiare, occorre fare, quindi, uno sforzo iniziale, con la consapevolezza che nel lungo periodo si sono risparmiati diversi quattrini. Leggi qui per approfondire